Villa progettata dall’arch. Marco Zanuso

  • arenzano-160-HDR
  • 2 arenzano-364-HDR
  • 3 arenzano-12-HDR
  • 4 arenzano-37-HDR
  • 5 arenzano-30-HDR
  • 6 Arenzano Villa privata_HD DEF_SALA 28012020
  • 7 arenzano-197-HDR
  • 8 arenzano-231-HDR
  • 9 arenzano-290-HDR
  • 10 arenzano-424-HDR
  • Arenzano Villa privata_HD DEF_PISCINA 28012020
  • 11 Arenzano Villa privata_HD DEF_CUCINA 28012020
  • 12 arenzano-526-HDR
  • 13 arenzano-539-HDR
  • 16 Arenzano Villa privata_HD DEF_CAMERA 28012020
  • 14 arenzano-565-HDR
  • 15 arenzano-568-HDR
  • 17 arenzano-607-HDR
  • 18 arenzano-412-HDR
  • 19 arenzano-502-HDR
  • 20 arenzano-595-HDR
  • pianta piano primo
  • pianta piano secondo
  • pianta pianoterra

ID proprietà : 132

Vendita - Villa
750 6 Camere da letto 6 Bagni 1 Garage
 
 Aggiungi ai Preferiti
Stampa

 

La proprietà si trova nel Parco Figoli di Arenzano, in prossimità del Santuario Mariano delle Olivette. La strada privata di accesso al comparto è lastricata in porfido e delimitata da muri in pietra locale faccia a vista, coronati da bauletto in mattoni pieni, con recinzioni e cancellate in ferro battuto.  Attraversa un bellissimo parco con ulivi secolari, cedri del Libano e agrumi.
Il panorama è particolarmente suggestivo : spazia da est a ovest sul mare e sul borgo di Arenzano.

Costruita negli anni 1963-64, la villa è firmata dal famoso architetto e designer Marco Zanuso. E’ considerata una delle più belle da lui progettate.

Raffinato esempio di architettura in mattoni faccia a vista, segno distintivo di molte sue architetture tra cui il Piccolo Teatro di Milano, la costruzione ha come fulcro uno dei maestosi ulivi secolari che circondano la casa. Zanuso ha ideato un grande patio intorno all’ulivo e ha creato questa architettura come se l’albero fosse “un ideale centro psicologico di gravitazione”.
La struttura segue il naturale declivio della collina e si integra con lo spazio esterno; le terrazze, il giardino sull’acqua, le fasce a ulivo sono un tutt’uno con la parte architettonica.

La costruzione si sviluppa su tre livelli, dotati anche di accesso autonomo e tutti collegati tra loro con scale interne ed esterne di notevole originalità.
L’impianto complessivo, la sua ampia metratura e la facilità di divisione sia in orizzontale sia in verticale, consentono anche la riarticolazione della villa in due o più unità abitative autonome, con ingressi indipendenti. L’ attuale distribuzione interna contempla la zona giorno nei due piani superiori e la zona notte al piano terreno.
Al secondo piano in ascesa, in una vera e propria ala autonoma che ha accesso diretto a quota dell’ingresso principale, si trova il luminoso studio affacciato su una grande terrazza, aperta sul verde del parco, sul mare di Arenzano e sul porticciolo turistico.

Tutto il primo piano si caratterizza per uno spazio in continuità tra le parti esterne del patio con il grande ulivo secolare, il salone con la grande nicchia del camino, la sala da pranzo con vista verso il giardino sull’acqua e le sue ninfee. Le grandi vetrate, dagli infissi di design raffinato, concorrono a realizzare uno spazio unico interno-esterno, di luce, colori, aria, architettura e panorami di particolare suggestione.

Una parte interna della casa, da osservare, è anche quella della cucina, rivestita in maioliche bianche decorate in tratto blu, con al centro la stufa a legna sovrastata da una cappa a parallelepipedo, dalle linee inconfondibili di Zanuso; arredi su misura in legno e acciaio, modellati da maestranze artigianali dell’industria cantieristica, vano con il forno a legna in mattoni ancora perfettamente funzionante.

Al piano terreno ci sono invece quattro camere da letto, ciascuna con bagno en suite e cabina armadio.
La camera padronale, che ha accesso diretto al giardino, è rivestita con una perfetta tappezzeria “vintage” di William Morris.

Il secondo soggiorno, al pianterreno, è arredato con bellissime librerie in ardesia, anch’esse su disegno. Una grande finestra si affaccia sul giardino piantumato, dove è facile ipotizzare la costruzione di una piscina.

Ancora, numerose fasce di terreno con ulivi, cedri del Libano e agrumi, digradano dalla casa verso il mare che si può raggiungere anche a piedi.

LOCATION E CONTESTO 

Arenzano è la porta della Riviera ligure di Ponente per chi arriva da Genova, dal Piemonte e da Milano.

La sua posizione è strategica rispetto a tutte le principali località del nord ovest italiano e al resto d’Europa, grazie alla vicinanza con l’aeroporto internazionale di Genova Cristoforo Colombo, con quello internazionale di Milano Malpensa e quello di Nizza in Costa Azzurra francese. Il Canton Ticino e la regione di Zurigo risultano ugualmente ben connessi attraverso l’asse viario autostradale nord-sud, che interseca Milano.

Borgo di tradizione marinara, si è sviluppato come località di villeggiatura balneare con le rinomate spiagge di Marina Piccola, Marina Grande, Lido di Arenzano e Bagni Pizzo. Ha una naturale vocazione residenziale ed è dotato di accogliente porticciolo turistico, con la sua imponente bastionata di massi in granito a protezione dello specchio acqueo.

Il nucleo storico di Arenzano conserva nei suoi carruggi un aspetto tipicamente ligure.

Il tessuto urbano della cittadina presenta caratteristiche architettoniche e ambientali di rango, anche nelle sue parti più moderne.  Numerose sono infatti le testimonianze, in tutto lo sviluppo da ovest ad est del suo territorio, di opere firmate da alcuni Maestri dell’Architettura e del Design del Novecento: gli architetti Ignazio Gardella, Marco Zanuso, Giò Ponti, Luigi Caccia Dominioni, Vico Magistretti e altri ancora.

Arenzano conserva alcuni preziosi poli verdi in tutta l’estensione del suo territorio urbano ed extra urbano:

– Pineta di Capo San Martino a sud ovest, con percorso di golf a nove buche;

– Parco di Villa Pallavicini con sede municipale nel castello, ad ovest del centro storico.

– Parco del Grand Hotel con le sue alte palme, nelle vicinanze del Porticciolo turistico.

– Parco di Palazzo Figoli nelle vicinanze del Santuario Mariano delle Olivette, verso est.

– Zona collinare del Santuario del Bambino Gesù di Praga, verso nord ovest.

Una parte importante dell’entroterra arenzanese, appartiene al Parco Naturale Regionale del Beigua, la più vasta area naturale protetta della Liguria.

Dal 2015 è riconosciuto come sito UNESCO e inserito nella prestigiosa lista dei Geoparchi Globali (Unesco Global Geoparks).

Iniziative correlate: Marcia Mari e Monti ogni anno a settembre e Beigua Jazz Festival.

Principali collegamenti da Via Verdi:
Mare: 50 m a piedi

Stazione ferroviaria di Arenzano: 900 m a piedi

Autostrada: 3 km

Aeroporto di Genova: 18 km

Aeroporto di Nizza: 183 km

Aeroporto di Milano Malpensa: 171 km

 

iin facebookiin Instagram

Mappa degli Immobili

Altre proprietà

Lascia un commento